Eular 2017
Reumatologia
ACR-ARHP San Diego

Artrite reumatoide: l'attività di malattia è associata a ridotta funzionalità miocardica sistolica del ventricolo sinistro


L' attività di malattia è emersa come un nuovo fattore di rischio indipendente per la malattia cardiovascolare nei pazienti con artrite reumatoide.
È stato dimostrato che l'attività di malattia nella artrite reumatoide è associata a minore funzione sistolica del ventricolo sinistro, in modo indipendente dai tradizionali fattori di rischio cardiovascolare.

La valutazione ecocardiografica è stata effettuata in 78 pazienti con artrite reumatoide con attività di malattia bassa, moderata o alta ( Simplified Disease Activity Index, SDAI maggiore di 3.3 ), 41 pazienti in remissione ( SDAI uguale o inferiore a 3.3 ) e 46 controlli, tutti senza malattia cardiaca nota.

La funzione sistolica del ventricolo sinistro è stata valutata con la frazione di eiezione con il metodo di Simpson biplano, accorciamento del setto ventricolare corretto per stress ( scMWS ) e strain longitudinale globale ( GLS ).

I pazienti con artrite reumatoide attiva hanno presentato una maggiore prevalenza di ipertensione e diabete mellito rispetto ai pazienti in remissione e ai controlli ( entrambi P minore di 0.05 ).

La frazione di eiezione del ventricolo sinistro ( funzione endocardica ) è risultata normale in tutti e tre i gruppi, mentre i valori medi di scMWS e GLS ( funzione miocardica ) nei pazienti affetti da artrite reumatoide con malattia attiva sono diminuiti rispetto ai pazienti con artrite reumatoide in remissione ( 95% vs 105% e -18.9% vs -20.6% rispettivamente, entrambi P minore di 0.01 ).

I pazienti con artrite reumatoide in remissione avevano scMWS e GLS simili ai controlli.

Nelle analisi multivariate, la presenza di artrite reumatoide attiva è risultata associata a più bassi valori di GLS ( beta=0.21 ) e di scMWS ( beta=-0.22, entrambi P minore di 0.05 ), riflettendo entrambi una minore funzione miocardica sistolica del ventricolo sinistro, indipendente dai fattori di rischio cardiovascolare e dalla frazione di eiezione ventricolare sinistra.

In conclusione, l'artrite reumatoide attiva è associata a minore funzione miocardica sistolica del ventricolo sinistro, nonostante la normale frazione di eiezione e indipendentemente dai tradizionali fattori di rischio cardiovascolari. ( Xagena2017 )

Midtbø H et al, Ann Rheum Dis 2017; 76: 371-376

Reuma2017 Cardio2017



Indietro