Approcci Interdisciplinari in Reumatologi
Reumatologia
ACR-ARHP San Diego

Soglie di dosaggio di glucocorticoidi associate a mortalità per tutte le cause e mortalità cardiovascolare nella artrite reumatoide


Sono state delineate le soglie di dose giornaliere e cumulative di glucocorticoidi associate a un aumento dei tassi di mortalità nella artrite reumatoide.

Sono stati studiati pazienti affetti da artrite reumatoide reclutati dalle cliniche di Reumatologia.
Ogni anno, è stata valutata la dose di glucocorticoidi, le caratteristiche demografiche, socio-economiche, cliniche e di laboratorio della artrite reumatoide, i fattori di rischio cardiovascolari e lo stato in vita.
Sono state valutate le associazioni tra la dose di glucocorticoidi giornaliera o cumulativa e la morte, aggiustando per i potenziali fattori confondenti e per la propensione a ricevere glucocorticoidi.
Sono state testate le stratificazioni di dose di glucocorticoidi per delineare la soglia associata con il decesso.

Sono stati studiati 779 pazienti affetti da artrite reumatoide con un totale di 7.203 anni-persona di osservazione, durante i quali 237 di loro sono deceduti, con un tasso di mortalità di 3.2 per 100 anni-persona.

Un totale di 120 decessi erano dovuti a cause cardiovascolari, portando a un tasso di mortalità cardiovascolare di 1.8.

L'esposizione ai glucocorticoidi era associata a un aumento dose-dipendente di mortalità per tutte le cause, con un rapporto ( hazard ratio, HR ) di 1.07 per mg di Prednisone al giorno.

Rispetto ai pazienti che non stavano assumendo corticosteroidi, la soglia di dose minima di Prednisone al giorno associata a un aumento della mortalità per tutte le cause è stata di 8-15 mg, con un hazard ratio aggiustato di 1.78.

Per la dose cumulativa di glucocorticoidi, il dosaggio minimo associato a mortalità per tutte le cause è stato di 40 mg ( HR=1.74 ).

In conclusione, l’uso di glucocorticoidi nella artrite reumatoide è associato a un aumento dose-dipendente di mortalità, con una dose soglia giornaliera di 8 mg, in cui il numero di morti è aumentato in modo dose-dipendente.
Questi risultati possono aiutare i medici nella scelta del dosaggio appropriato di glucocorticoidi per i pazienti con artrite reumatoide che necessitano di questi agenti. ( Xagena2014 )

del Rincón I et al, Arthritis & Rheumatology 2014; 66: 264-272

Reuma2014 Cardio2014 Farma2014


Indietro