Reumatologia
ACR-ARHP San Diego
Eular 2017

Sviluppo di ridotta funzionalità renale nella artrite reumatoide


L'artrite reumatoide è associata a una varietà di disturbi renali. Tuttavia, non è chiaro se lo sviluppo di una funzione renale ridotta sia più alto nei pazienti con artrite reumatoide rispetto alla popolazione generale.

Una revisione retrospettiva ha considerato i casi di insorgenza in età adulta di artrite reumatoide ( 813 ) e una coorte di confronto di individui senza artrite reumatoide ( 813 ) presso Olmsted County ( MN; Stati Uniti ), nel periodo 1980-2007, tenendo conto delle variabili demografiche e cliniche di base.

Gli esiti sono stati funzionalità renale ridotta: velocità di filtrazione glomerulare stimata ( eGFR ) minore di 60 ml/min/1.73 m2, ed eGFR minore di 45 ml/min/1.73 m2 in due occasioni consecutive almeno a 90 giorni di distanza; malattie cardiovascolari; mortalità.

L'incidenza cumulativa di ridotta funzionalità renale è stata stimata aggiustando per il rischio di morte.

Fra gli 813 pazienti con artrite reumatoide e gli 813 senza artrite reumatoide, l’età media era di 56 anni; il 68% era rappresentato da donne e il 9% aveva una ridotta funzionalità renale al basale.

L'incidenza cumulativa a 20 anni di ridotta funzionalità renale è stata più alta nei pazienti con artrite reumatoide rispetto ai partecipanti senza per eGFR minore di 60 ml/min/1.73 m2 ( 25% vs 20%; P=0.03 ), ma non per eGFR minore di 45 ml/min/1.73 m2 ( 9% vs 10%, P=0.8 ).

La presenza di eventi cardiovascolari al basale ( hazard ratio, HR, 1.77; P=0.01 ) e una elevata velocità di sedimentazione eritrocitaria in pazienti con artrite reumatoide ( HR per aumento di 10 mm/h, 1.08; P=0.04 ) è stata associata a un aumentato rischio di eGFR minore di 60 ml/min/1.73 m2.

eGFR minore di 60 ml/min/1.73 m2 non è stato associato a un aumentato rischio di sviluppo di malattia cardiovascolare nei pazienti con artrite reumatoide ( R=0.99; P=0.9 ); tuttavia, una maggiore riduzione della velocità di filtrazione glomerulare ( eGFR minore di 45 ml/min/1.73 m2 ) è stata associata a un incremento del rischio di malattie cardiovascolari ( HR=1.93; P=0.04 ).

In conclusione, i pazienti con artrite reumatoide hanno avuto più probabilità di sviluppare una funzione renale ridotta nel tempo.
Le malattie cardiovascolari e i fattori associati potrebbero avere un ruolo.
La presenza di artrite reumatoide in soggetti con ridotta funzionalità renale può portare a un aumento della morbilità per lo sviluppo di malattie cardiovascolari. ( Xagena2014 )

Hickson LT et al, Am J Kidney Dis 2014; 63: 206-213

Reuma2014 Nefro2014



Indietro