Reumabase.it
Reumatologia
Xagena Mappa
Medical Meeting

Riacutizzazioni nei pazienti con artrite reumatoide con bassa attività di malattia: prevedibilità e associazione con esiti clinici sfavorevoli


Sono stati studiati i predittori di riacutizzazione nei pazienti con artrite reumatoide con bassa attività di malattia ( LDA ), ed è stato valutato l'effetto delle riacutizzazioni sugli esiti clinici a 12 mesi.

I pazienti con artrite reumatoide che assumevano farmaci antireumatici modificanti la malattia ( DMARD ) e presentavano un punteggio DAS28 ( Disease Activity Score di 28 articolazioni ) stabile inferiore a 3.2 erano eleggibili per l'inclusione.
Al basale e ogni 3 mesi, sono stati raccolti dati clinici ( DAS28 ), funzionali ( Health Assessment Questionnaire-Disability Index HAQ-DI, EQ-5D, Functional Assessment of Chronic Illness Therapy Fatigue scale [ FACIT-F ], Medical Outcomes Study Short Form-36 [ SF-36 ] ), biomarcatori sierici ( punteggio dell'attività di malattia multibiomarcatore [ MBDA ], calprotectina [ CXCL10] ) e dati di imaging.

La riacutizzazione è stata definita come un aumento del punteggio DAS28, rispetto al basale, maggiore di 1.2, o maggiore di 0.6 se DAS28 concorrente era maggiore o uguale a 3.2.

Su 152 pazienti, 46 ( 30% ) hanno presentato una riacutizzazione.

La disabilità funzionale al basale è stata associata alla riacutizzazione: HAQ-DI aveva un hazard ratio ( HR ) di 1.72 non-aggiustato, mentre EQ-5D aveva un HR di 0.20.

Nelle analisi multivariate, solo HAQ-DI è rimasto un significativo predittore indipendente di riacutizzazione ( HR 1.76 ).

Al momento della riacutizzazione, DAS28 e le sue componenti sono state significativamente correlate con MBDA e calprotectina, ma i coefficienti di correlazione erano bassi, rispettivamente a 0.52 e 0.49.

Due terzi delle riacutizzazioni non erano associate a un aumento dei biomarcatori.

I pazienti che hanno sviluppato una riacutizzazione hanno avuto esiti significativamente peggiori a 12 mesi ( HAQ-DI, EQ-5D, FACIT-F, SF-36 e progressione radiografica ).

In conclusione, le riacutizzazioni si verificano frequentemente nei pazienti con artrite reumatoide con bassa attività di mlattia e sono associate a peggiore attività di malattia, qualità di vita e progressione radiografica.
Il più alto punteggio di HAQ-DI al basale è risultato modestamente predittivo di riacutizzazione, mentre la correlazione dei biomarcatori al momento della riacutizzazione ha indicato una componente non-infiammatoria nella maggior parte degli eventi. ( Xagena2018 )

Bechman K et al, Journal of Rheumatology 2018; 45: 1515-1521

Reuma2018



Indietro